Bere acqua fa bene, serve una corretta idratazione

Farmacia Sempione Dottor Colombo Riccardo

Il corpo umano è composto, essenzialmente, di acqua. Ma cosa succede quando l'apporto dato dall'esterno non è sufficiente per una corretta idratazione? Scopriamo tutti i dettagli.

Bere acqua fa bene: come agisce nell'organismo

l'acqua, dal punto di vista fisiologico e chimico, è un elemento di natura neutra ma anche un solvente efficace. Infatti è in grado di diluire tutte quelle sostanze che il nostro organismo produce ed espelle. Questo elemento, quindi, agevola tale operazione e filtra tutto ciò che deve restare nel corpo umano.

Il potere depurativo dell'acqua è un fattore importante che potrà aiutarci ad incentivare la quantità di liquido da introdurre, semplicemente, bevendo. Ecco perché non dobbiamo mai sottovalutare l'idratazione ma neanche esagerare.

La sostanza in questione deve essere sempre introdotta in maniera equilibrata nel corpo. Non c'è una regola ferrea da rispettare giornalmente ma è bene sapere che i fattori che influenzano tale operazione sono l'attività fisica, il sesso, l'età ma anche la quantità di cibo che si introduce nel corpo, lo stato di salute e tutte le predisposizioni fisiologiche. Se tendiamo a generalizzare scopriremo che, giornalmente, ci serve un apporto minimo di acqua variabile da 1,5 fino a 2 litri. Quindi l'equivalente in bicchieri corrisponde ad una quantità variabile da 8 a 10 per un adulto.

Bambini e anziani, invece, hanno bisogno di maggiore quantità di acqua perché i primi tendono a disperderne tanta, mentre, gli altri tendono ad avere un corpo che si disidrata sempre di più. In farmacia sarà possibile scoprire come incentivare la corretta idratazione giornaliera.

Bere acqua fa bene: i benefici

Prima di tutto è bene dire che la giusta quantità di acqua ci rende più belli. Infatti un ottimo livello di idratazione aiuta la pelle ad essere più tonica, luminosa e fresca. Ciò dipende dal potere disintossicante che tende ad eliminare tutte le infiammazioni e le impurità che appaiono naturalmente sul viso e lungo il corpo.

L'acqua agisce anche sulla zona occhi. Non è raro vedere la formazione di fastidiose borse che sono il risultato di un ristagno di liquidi difficili da eliminare. Con il giusto apporto queste tenderanno a sparire e il nostro sguardo risulterà maggiormente potenziato.

Infine va fatto accenno anche a capelli e unghie. Se idratiamo il nostro corpo a dovere avremo risultati positivi in termini di resistenza nel tempo. Ovviamente non dobbiamo dimenticare di servirci di "booster" che potremo trovare nella nostra farmacia di fiducia. Quindi integratori e creme specifiche, aiuteranno l'azione dell'acqua e i risultati saranno visibili sin dalle prime applicazioni.

Bere acqua fa bene: il caso di infezioni e malattie

Quando siamo malati, sicuramente, il nostro corpo necessita di espellere le tossine in maniera naturale. Se, allora, siamo raffreddati o è in corso un'influenza gastrointestinale o vi è l'innalzamento della temperatura corporea, l'acqua può aiutare nella corretta reidratazione del corpo e nell'espulsione di sostanze tossiche.

Da non sottovalutare è anche la gravidanza e il periodo mestruale. Nel primo caso è importante sapere che l'acqua non arriva solo al corpo della mamma ma anche a quello del bambino, quindi, è importante bere e ricreare un liquido amniotico sufficiente per la salute del feto. Anche durante l'allattamento bisogna bere molto, in modo da ristabilire un certo equilibrio nei liquidi che la donna perde.

La farmacia, durante il periodo mestruale, potrà fornire farmaci adatti a lenire i dolori generalizzati ma non solo. Infatti tenderà a darci consigli volti a ristabilire uno stato di benessere generalizzato.

Bere acqua fa bene: cosa succede se non si beve a sufficienza?

La disidratazione è un problema importante da combattere. Infatti se non si riesce ad assumere la quantità consigliata di acqua gli effetti, come possiamo capire, potranno rivelarsi difficili da contrastare. Quindi si può soffrire di mal di testa, perdita di concentrazione, difficoltà di digestione, stanchezza mentale e, ovviamente, stipsi.

Qualora la situazione perduri nel tempo non è raro soffrire dell'innalzamento del livello di acidità, avere blocchi di sudorazione, allucinazioni, colpi di calore e perdita di coscienza.

Quando si beve acqua e si dice "alla salute" non è certo un caso. Questo liquido così semplice, incolore e insapore, è essenziale per il benessere del nostro organismo, quindi, non possiamo sottovalutare il giusto apporto durante il giorno. Se non si riesce a bere tanto, allora, è importante chiedere consiglio presso la farmacia di fiducia e farsi aiutare.