Il mal d'orecchie, cause più frequenti e rimedi in farmacia

Farmacia Sempione Dottor Colombo Riccardo

Il mal d'orecchie, o "otalgia", è un disturbo abbastanza frequente tra gli adulti ed i bambini. Il dolore è direttamente proporzionale alla gravità e alle cause correlate (come l'otite o i tappi di cerume). Puoi alleviare il fastidio con dei farmaci generici di uso quotidiano.

Cause del mal d'orecchie segnalate in farmacia.

I pazienti che giungono in farmacia con un fastidioso mal d'orecchie possono ricondurre il disturbo a due tipi di otalgia:

- Primaria. Il dolore è limitato solo all'orecchio esterno, medio oppure interno, dovuto alla formazione di un tappo di cerume, all'ostruzione delle tube di Eustachio, a residui di detergente per capelli, a traumi oppure ad un'otite purulenta o medio acuta.

- Secondaria. Il dolore è in genere determinato da malattie di tipo influenzale, sinusite oppure mal di denti.

I rimedi in farmacia

Al manifestarsi del dolore rivolgiti immediatamente al tuo medico di fiducia che, in base alla causa, prescriverà il farmaco più adeguato alle tue esigenze. In genere se il mal d'orecchie è generato da un'infezione batterica, ti servirà un antibiotico, in grado di combattere il disturbo in maniera specifica. Se invece dovesse essere causato da malattie di tipo influenzale, puoi ridurre il fastidio con dei FANS come l'ibuprofene, l'aspirina o ancora il paracetamolo. Ti suggeriamo, inoltre, degli impacchi caldi per ridurre il dolore, nonché delle gocce auricolari per otalgia che trovi tranquillamente in farmacia. Queste ultime sono efficaci e sicure, utili per risolvere il problema e soprattutto per mantenere ben pulito il dotto uditivo.

Consigli dalla farmacia

Per ridurre gli episodi di mal d'orecchie è importante osservare alcuni accorgimenti:

- Evita nella maniera più assoluta di utilizzare i classici bastoncini in ovatta (i cotton-fioc per intenderci) per la pulizia quotidiana. Il movimento che ne deriva può comportare la formazione di tappi di cerume e lesioni cutanee. Il bastoncino spinge la secrezione cerosa verso l'interno favorendo la proliferazione di agenti patogeni.

- Non utilizzare per troppo tempo i tappi protettivi in gommapiuma (ovvero quelli antirumore), in quanto aumentano l'umidità all'interno dell'orecchio, favorendo la riproduzione di virus e batteri e bloccando la normale fuoriuscita del cerume.

- Se non riesci a risolvere il disturbo neppure con le gocce per otalgia, rivolgiti immediatamente ad uno specialista. Saprà darti una diagnosi ed una cura appropriata al tuo problema.

- I lavaggi auricolari sono la soluzione più efficace per la pulizia delle orecchie. Rispetto ai classici bastoncini in ovatta sono sicuri, delicati sui più piccini e non hanno controindicazioni. Gli spray che trovi tranquillamente in farmacia, sono costituiti da una soluzione isotonica a base di cloruro di sodio e di acqua di mare. In alternativa, puoi ricorrere a dei cerumelitici emollienti a base di oli naturali (come ad esempio quello di vasellina, d'oliva o ancora di mandorle), dall'ottimo potere disinfettante. Questi prodotti contrastano la formazione dei tappi di cerume e sciolgono la secrezione cerosa in eccesso.

- Sconsigliamo nella maniera più assoluta i rimedi fai da te per la pulizia delle orecchie. Su internet trovi svariate soluzioni (lavaggi con acqua tiepida, acqua ossigenata e siringhe, coni di cera e candele) ma se utilizzi materiali inappropriati oppure non regoli adeguatamente la pressione con cui introduci i liquidi all'interno del condotto uditivo, rischi di causare dei seri danni (anche irreversibili) alla membrana timpanica. Rivolgiti pertanto ad un otorino di fiducia per verificare la presenza di eventuali tappi o di infezioni che causano il fastidioso mal d'orecchie. Affidati agli specialisti del mestiere senza improvvisare alcun rimedio naturale.